Volante

Da GTItalia.org wikipedia.

Jump to: navigation, search

Introduzione



Il volante è la periferica indispensabile per poter apprezzare a pieno simulatori di guida come quelli che di solito usiamo.

Ce ne sono di svariate marche, costi e caratteristiche.

Qui riporto una carrellata di possibili soluzioni, con i link dove trovare le descrizioni più approfondite, ed eventualmente dove andarli a comperare.

Sicuramente i volanti più diffusi son quelli della Logitech (Momo Racig, Momo Force, G25, ed altri).

G25 Immagine:Logitech-g25.jpg

Momo Force Immagine:momoforce.jpg

Momo Racing Immagine:momoracing.jpg

Per gestire correttamente questi volanti tutti hanno come software il Profiler della Logitech dove è possibile modificare i parametri del volante per adattarlo al meglio alle proprie caratteristiche.

Esempio di corretta configurazione


Uno dei nostri utenti Kraven Van Helsing, qualche tempo fa ha scritto una chiara ed utile guida sul come settare al meglio la periferica, il software ed il simulatore. Riporto qui sotto le parole di Kraven che ringrazio ancora per l'ottimo lavoro svolto.

"ho intenzione di raccogliere tutto quello che riguarda la nostra amata periferica in relazione al simulatore ISI. Settare al meglio il proprio volante è FONDAMENTALE perché è l'unica cosa che fa da filtro tra i nostri input e quello che succede alla vettura che pilotiamo e contemporaneamente è il più importante mezzo per "sentire" la vettura. Settare bene il Foce Feedback (FFB) permetterà di riuscire a leggere e anticipare le reazioni della vettura.

Per semplificarmi il compito, partiro' dando per scontato che:

  • avete già eseguito l'installazione della periferica come indicato nel manuale d'uso
  • abbiate già installato gli ultimi driver (5.00 per Logitech)
  • abbiate già calibrato una prima volta il volante
  • abbiate già settato in qualche modo rFactor

prima fase

Collegate il volante e andate nel Pannello di Controllo -> Periferiche di gioco. Selezionate il vostro volante e cliccate su "Proprietà". Vedrete il vostro volante e in alto a sinistra un riquadro dove poter verificare che la corsa dello stesso sia lineare e completa. Idem per i pedali.

Cliccate su "Impostazioni" in basso a destra e vedrete questa schermata:

Spiegazione delle voci:

  • la casella "Combinati" non è selezionata perché avere due assi separati per acceleratore e freno è fondamentale nei simulatori di guida. Permette di usare entrambi i comandi contemporaneamente.
  • Forza Effetti Globale: NON tenetelo al 100% o sopra il 100% per evitare che il motore FFB "sporchi" le informazioni che devono arrivarvi. Un paragone riuscito è quello del volume a cui ascoltare un brano: se avete provato a mettere al massimo il vostro stereo avete visto che al massimo possibile il suono viene anche distorto perché gli amplificatori "gnafanno".

Con il FFB è lo stesso.

  • Forza effetto molla: sono effetti precalcolati che andrebbero tenuti più bassi possibile. Una componente importante è data dal gusto personale. In ogni caso sotto il 40% e preferibilmente sotto il 20% o addirittura 0%.
  • Forza effetto ammortizzatore: sono effetti precalcolati che andrebbero tenuti più bassi possibile. Una componente importante è data dal gusto personale. In ogni caso sotto il 40% e preferibilmente sotto il 20% o addirittura 0%.
  • Molla di Centratura: è un effetto pensato per giochi con FFB scarsi, e non è il caso dei sim di guida. La regolazione ottimale è tenerlo disattivato e a 0%. Alcuni pero' preferiscono tenere un 10% per farsi aiutare nei movimenti ampi del volante (come quando si riprende in controsterzo un effetto pendolo).

seconda Fase

Aprire il Profiler (mi riferisco al Logitech Profiler perché la grande maggioranza dei simmer usa volanti Logitech) e andare in basso a sinistra, dove vedete tre voci "Volante", "Acceleratore", "Freno". Cliccando sul primo scegliete "Proprietà Asse": potrete regolare la Sensibilità, la Zona Morta e l'Escursione. Personalmente per il volante tengo la prima a 95% (è l'accuratezza con cui il dispositivo legge ogni cambiamento nella posizione del volante, come quando si fa il disegnino nella settimana enigmistica unendo i puntini: più sono e meno la figura risulta squadrata), la seconda a 0% (interviene quando tenete il volante dritto e lo spostate di qualche grado a destra o sinistra, utile solo se sentite il volante innaturalmente sensibile in quella zona) e l'ultima a 100% (avendo un volante che da destra a sinistra ha soli 180° di escursione sono obbligato). Per l'acceleratore e il freno i tre valori sono 100%, 0% e 100%.

Tuttavia puo' non essere una buona idea usare la sensibilità al 100% almeno inizialmente:

se avete difficoltà con l'acceleratore in uscita di curva o bloccate troppo spesso in frenata puo' darsi che non siate abituati a dosare bene la forza sui pedali. La soluzione più rapida è ridurre i due valori a piacimento. Personalmente all'inizio usavo l'acceleratore a 35% e il freno a 50% poi gradualmente mi son reso conto che questi due valori mi tarpavano le ali nei tempi e sono progressivamente arrivato fino ai valori odierni. Una volta fatta questa operazione (e mappati i tasti sul volante a vostro piacimento, qui dovrebbe soccorrervi il manuale) potete salvare il profilo in modo che sia sempre pronto e associarlo al gioco.

terza fase

si basa invece sull'esplorazione delle voci della sezione "Controller" dentro a rFactor. Per chiarezza mi riferirò alla versione in "English-Uk" che è quella che uso. Percio' per seguire meglio la guida andate nella vostra cartella di rFactor, aprite "rF Config.exe" e alla voce Language selezionate quella indicata. Aperto rFactor cliccate su "Customize" -> "Settings" -> "Controls" e vi troverete davanti una stilizzata rappresentazione del vostro volante, utile per controllare che gli assi siano effettivamente separati tra freno e acceleratore, oltre che per verificare che l'escursione sia corretta e combaci per andamento a quello voluto (vedremo cosa significa in seguito) La prima schermata è denominata "Mappings" e al suo interno potrete assegnare gli assi desiderati a Volante, Freno, Acceleratore, Frizione (se avete una pedaliera dotata di terzo pedale) e ovviamente tutti i tasti che vi servono per utilizzare il gioco al meglio. Per chi volesse usare la frizione ma non possedesse il terzo pedale, da questa schermata è possibile assegnare un tasto che faccia le veci del pedale stesso. Terminata questa fase, potete salvare il risultato dei vostri sforzi. Consiglio di usare una denominazione che inizi per tripla A, in modo che il profilo che usate più di frequente risulti il primo della lista fra quelli mostrati dal gioco. La seconda schermata si chiama "Rates" e permette di regolare le seguenti voci:

  • Digital Steering/Throttle/Brake rate: li raggruppo perché questa funzione va tenuta al minimo (ovvero 10%) da chi possiede un volante. Un aumento della percentuale determinerebbe una risposta sempre più on/off della periferica.

Si tratta in sostanza di voci dedicate a chi possiede un gamepad o un joystick.

  • Digital Clutch: anch'essa va tenuta al minimo (10%) sia che si possegga il terzo pedale e lo si voglia usare, sia che semplicemente si usi la frizione automatica, nel qual caso questa voce risulterà ininfluente.

Tuttavia se si desidera usare un tasto per simulare la frizione, questo valore andrebbe portato (secondo sensibilità personale) a un valore compreso tra 15% e 25% per avere una parvenza di modulabilità al rilascio della frizione, per esempio in partenza.

  • Speed Sensitivity: va tenuta a 0% per evitare che il volante presenti un comportamento diverso a seconda che ci si trovi a velocità molto basse o molto alte.
  • Look Ahead: questa voce regola quanto lo sguardo virtuale vada a puntare l'apex della curva. Se il valore viene tenuto alto potremmo trovare delle difficoltà alla guida, in particolare se siamo in situazioni critiche come durante un controsterzo.

Consiglio di non andare oltre il 5%.

  • Head Movement: regola la quantità di vibrazioni che disturberanno la nostra visuale mentre guidiamo. E' un effetto precalcolato che aumenta la sensazione di velocità. Eviterei valori troppo bassi (sembrerebbe di stare dentro a un treno a levitazione magnetica) e

troppo alti (troppe vibrazioni disturberebbero la guida). Un valore realistico si aggira tra il 20% e il 40%.

  • Exaggerate Yaw: simula la forza centrifuga che in curva tende a proiettare la nostra testa(e lo sguardo di conseguenza) verso l'esterno della curva. Si puo' regolare sia in positivo chein negativo. Consiglio di tenerlo a 0% ma anche qui si va a gusti personali.

Terza voce, fondamentale, è "Force Feedback":

  • FFB Type: sceglieremo "Wheel" a meno che non siano presenti configurazioni particolari per il proprio volante (DFP o G25 ad esempio)
  • FFB Effects: possiamo scegliere la ricchezza di effetti riprodotti dal FFB. Consiglio per i principianti di partire da "Full" e provare man a mano di scendere a "High" e infine a "Medium" in modo da eliminare progressivamente gli effetti non necessari e conservare quello che realmente serve sentire per sentire la vettura.
  • FFB Strenght: per i possessori di periferiche Logitech questo valore dev'essere negativo.

Consiglio di sperimentare tra -100% e -75% "Controller 1" è la penultima voce (con la gemella "Controller 2" del tutto analoga) per mezzo della quale possiamo settare Sensibilità e Deadzone degli assi della nostra periferica. E' probabimente una delle regolazioni più importanti per feeling con il mezzo e conseguentemente tempi in pista. A seconda di come avete individuato Volante, Acceleratore e Freno (per la Frizione sul terzo pedale vale il medesimo discorso) potete decidere se tenere la Sensibilità a 50% oppure scendere verso lo 0% o salire verso il 100%. Andare verso lo 0% di sensibilità significa avere una risposta meno intensa nella prima metà della corsa utile, mentre usare valori superiori al 50% e tendendi al 100% rende la risposta concentrata principalmente in questa prima metà. Per il Volante consiglio di settare la Sensibilità al 50%: otterremo così una risposta completamente lineare. Per il Freno è consigliabile fare delle prove. Essendo le pedaliere prive di una resistenza realistica, trovare la sensibilità necessaria a frenare al limite del bloccaggio è un'operazione lunga e complessa. Per aggirare questo ostacolo "naturale" o si compra una pedaliera "professionale" (Ecci, BRD, FasterPedals etc.) o si gioca con questo valore rendendo la risposta meno che lineare. Attualmente uso un valore pari al 40% che garantisce nella prima parte della corsa del pedale una minore intensità dell'azione frenante. Questo aiuta a controllare meglio tutte le fasi di "rifinitura" dell'ingresso in curva. Si potrebbe tuttavia progressivamente scendere fino al 15 o addirittura al 9%. In questi casi la maggiore forza frenante sarà concentrata effettivamente laddove il pedale è "a tavoletta" mentre rilasciando anche solo di pochi gradi il pedale, la potenza frenante diventerà molto più gestibile e graduale. Per l'Acceleratore le cose dipendono ancora di più dai gusti personali: si puo' tenere la risposta lineare oppure seguire in modo altrettanto valido la logica usata per il freno, in modo da avere una risposta del pedale più gestibile nella fase più critica: quando si accelera in uscita di curva a vettura non ancora dritta. Attualmente uso un valore pari al 45% ma anche qui consiglio di fare delle prove con valori anche molto distanti da questo. Si puo' anche usare un valore più alto del 50%, ad esempio intorno al 60%, per avere una risposta meno aggressiva nella fase immediatamente successiva all'accelerazione in uscita dall'apex. Questa soluzione permette di giocare con il gas e guidare la vettura in leggero sovrasterzo di potenza grazie alla maggior "escursione relativa" che ha il comando da metà escursione in poi.

La Deadzone va impostata sempre a 0% per ogni asse, a meno che non si notino incertezze nella parte iniziale del movimento. Ad esempio è pratica comune aumentare un po' la DZ per l'asse assegnato al volante nel caso questo risponda bruscamente o abbia un vuoto non appena si accenna a sterzare a destra o a sinistra. Si tratta pero' di una "pezza" che nasconde un difetto fisico della periferica. Oltre alla pratica in pista, queste informazioni potranno essere comprese meglio e più rapidamente controllando direttamente nel grafico stilizzato quanto e come crescano le barre indicanti volante, freno e acceleratore."

Scritto da Kraven Van Helsing

Personal tools