Geco 2

Da GTItalia.org wikipedia.

Jump to: navigation, search

Immagine:LogoGeco2.0.jpg

Contents

Geco 2.0 (Gestione Economica) - Manuale Operativo


[link versione 2.0]

Geco versione 1.0, non più utilizzata

Generale


Introduzione

Geco è una web application pensata e creata da GTItalia ed a suo uso esclusivo.

L’attività core di Geco è la simulazione del modello economico del mondo delle corse al fine di estendere la simulazione oltre che alla mera competizione in pista anche a tutto il mondo che circonda le gare. Geco introduce 2 fattori che alterano in maniera forte i risultati in pista:

  1. le scelte economiche determinano la composizione dei team, le iscrizioni auto, gli investimenti e la sostenibilità economica stessa delle scelte.
  2. Il potenziale dei singoli piloti fa si che ognuno riesca a compiere delle scelte diverse dall’altro rispettando mediamente sempre la regola secondo la quale, il miglior pilota ha i migliori mezzi.

Dalla nascita alla V2.0

Geco nasce inizialmente nel 2007 con l’idea di fornire uno strumento di supporto al WCC, il mod di GTItalia perennemente in evoluzione composto dal tanto materiale esistente per rF. Durante la sua creazione però si è visto che poteva essere esteso il suo utilizzo a tutti i campionati con altri mod poiché riusciva a risolvere in maniera eccellente e naturale il mai risolto problema di assegnazione delle auto nei campionato plurimarche. Con la versione 2.0 inoltre si è compiuto un altro grande passo avanti con la gestione dei team come soggetti economici indipendenti, la simulazione degli sponsor e con essi le dinamiche di mercato incentrate sull’equilibrio di offerta (in termini di risultati) e premi. L’attuale release porta inoltre in dote molte nuove features come la restrizione delle iscrizioni per classe o per tipologia team, l’assegnazione delle auto dal team ai piloti, la vendita dei diritti esclusivi di iscrizione. Queste sono solo le più importanti ed evidenti novità della nuova release ma tantissimi sono gli affinamenti sia nel modello dei dati, che della fruibilità ma anche nella parte grafica.


Le nuove funzionalità della 2.1 La rel. 2.1 introduce nuove possibilità e risolve parte delle rigidità della 2.0 Le principali nuove funzionalità sono la possiblità da parte dei piloti ingaggiati di portare ‘in dote’ al team la propria auto e l’introduzione del mercato delle auto usate. Entrambe le funzionalità insieme alle altre minori saranno descritte in seguito.


La Flessibilità

Una peculiarità di Geco che merita di essere discussa separatamente è la sua flessibilità, enfatizzata ulteriormente con le V2.0. Si intende per flessibilità la capacità del tool di adattarsi, attraverso la sua forte parametrizzazione, alle molteplici esigenze di ogni campionato. Il tool infatti mette a disposizione diverse formule ed opzioni tali da creare e guidare i campionati in maniere molto diverse. Nella fase di creazione di un campionato in Geco si decidono le caratteristiche basi, una di queste è la tipologia di budget (ristretto o generale) che introduce o meno l’obiettivo di bilancio a fine campionato e influisce pesantemente sulle scelte e sulla condotta del campionato da parte di ogni pilota. Le auto, separate in classi, possono essere acquistabili o noleggiabili, possono esistere modelli speciali o standard, possono essere venduti i diritti di iscrizione o lasciare l’iscrizione libera, gli stessi diritti possono essere venduti con aste in busta chiusa o col tipo inglese (a rilanci automatici ed impostazione massimale). Gli sponsor possono inoltre avere innumerevoli profili e caratteristiche e da soli possono spostare in alto o in basso il livello di difficoltà e con esso l’impegno dei piloti.

Il Campionato come centro di costo

La maggior parte dei dati economici e dell’operatività di Geco è organizzata gerarchicamente con i campionati. Ogni campionato porta con se tutte le impostazioni date, abilita o meno le varie caratteristiche e, fermo restando che sia i piloti che i team sono dotati di un proprio budget che si alimenta o si decurta con ogni operazione, le operazioni economiche svolte su un campionato restano etichettate e riconducibili a quel campionato. Questo permette di creare un gestione economica ristretta al singolo campionato, chiamato bilancio, e sulla base di esso è possibile stabilire a livello regolamentare gli obiettivi da raggiungere.

Una gestione economica risulta infatti efficace fintanto che i risultati economici hanno effetto concreto sul risultato sportivo. Se si lasciasse svincolato il risultato economico dal risultato sportivo Geco perderebbe senso ogni ragione di esistere. Nella realtà la gestione finanziaria di ogni team o pilota è importante quanto il risultato in pista poiché in assenza di una capacità di investimento e quindi di liquidità non si riuscirebbe ad avere i mezzi necessari alla gara stessa. Terminare quindi un campionato con almeno la parità di bilancio garantirà che ogni pilota o team non avrà usato più di quanto a sua disposizione, inoltre, il vincolo di budget costringe ognuno a cercare la migliore strategia di spesa per il raggiungimento del miglior risultato possibile.

Trasparenza

tutte le operazioni economiche e non di Geco sono pubbliche e consultabili da chiunque. Questa scelta rende trasparente l’operato di ognuno e scongiura ogni ipotesi di illecito.



Modellazione entità


Di seguito verranno descritte come in Geco sono descritte e correlate le varie entità come auto, classi, upgrade, campionati ma anche piloti, team e federazione. Ci saranno cenni tecnici strettamente legati all’implementazione del tool ma che inevitabilmente si riflettono sul modo di operare in Geco.

Piloti e team

Geco gestisce sia l’operatività del pilota indipendente, del pilota ingaggiato da un team che del team stesso. Il team è profilato come un soggetto economico indipendente di prorietà del team manager il quale dal momento della fondazione assume la doppia veste di pilota, con un proprio budget, e di tm gestendo il budget del team. Nulla vieta al tm di figurare come pilota del suo stesso team, sia in Geco come in pista. Di seguito una piccola schematizzazione delle diverse possibilità offerte da Geco ai 3 tipi di soggetti.

Immagine:Switch team-pilota.jpg

  • Piloti indipendenti, è la scelta dal profilo più semplice. Hanno pochi impegni ed obblighi, possono iscrivere una sola auto per ogni classe in ogni campionato, possono acquistare o noleggiare le auto e sono supportati dalla federazione tramite i premi gara proporzionali al piazzamento. Non hanno obblighi contratuali con nessuno.
  • Piloti ingaggiati, sono piloti che hanno accettato una richiesta di ingaggio da parte di un team valido per l’intero campionato. Sono sotto contratto con il team e lavorano per esso. Possono possedere auto proprie ma quando sono sotto contratto usano le auto messe a disposizione dal team i quali pagano tutte le spese, dal noleggio, acquisto, gestione, riparazione ecc. Essendo sotto contratto dovranno seguire le politiche e gli ordini del team. Il loro risultato in pista contribuirà (in positivo o in negativo) al risultato del team.
  • Team. E’ gestito dal team manager il quale compie tutte le scelte economiche manageriali in ogni campionato. Il team è un soggetto economico indipendente di proprietà totale del Team manager e come tale funge da garante in caso di insolvibilità del team. I compiti del team manager sono:
    • Decidere la tipologia del team (top, pro value o rookie) e con esso costi e ambizioni
    • Cercare e contrattare gli sponsor
    • Ingaggiare i piloti
    • Iscrivere le auto ed assegnarle ai piloti
    • Gestire le finanze ed eventualmente accendere finanziamenti
    • Gestire il parco auto

Il risultato gestionale del team nei confronti degli sponsor (vedi paragrafo apposito) genera e modifica il proprio rank che rappresenta la capacità del team di soddisfare gli obiettivi degli sponsor.

  • La lista dei piloti è consultabile da Pannello Pubblico->Piloti e Team->Consulta Piloti
  • La lista dei piloti è consultabile da Pannello Pubblico->Piloti e Team->Consulta Team


Federazione

La federazione è un organo fittizio, a volte controllato dagli amministratori. I compiti della federazione sono:

  • Vendere le auto nuove
  • Indire aste per l’assegnazione dei diritti di iscrizione
  • Ritirare dal mercato i modelli non più vendibili
  • Gestire le varie fasi dei campionati
  • Assegnare i premi per i piloti indipendenti ed i premi finali ai team

Le comunicazioi più rilevanti della federazione vengono date tramite un canale ufficiale presente su Geco.

Le comunicazioni della federazioni sono consultabili da Pannello Pubblico-> Federazione->Comunicazioni


Sponsor

Gli sponsor sono soggetti emulati tramite una elementare AI che segue uno schema che lega il premio al risultato. Gli sponsor sono soggetti che si legano solo ai team e ne rappresentano la maggior entrata economica. Si suddividono in:

  • Main sponsor, sono gli sponsor principali, quelli che elargiscono la fetta maggiore dei premi ma sono esigenti e modificano il premio in base al loro grado di soddisfazione fino ad arrivare al caso estremo di recessione del contratto. La loro soddisfazione inoltre ha effetti immediati sul rank del team. Ogni team può avere per ogni classe di campionato 1 solo main sponsor.
  • Supporter sponsor, pagano meno del main sponsor ed il loro premio, una volta firmato il contratto, non varia durante il campionato. Ogni team può avere per ogni classe di campionato 2 supporter sponsor.
  • Technical sponsor, sono identici ai supporter sponsor ma pagano ancora meno. Ogni team può avere per ogni classe di campionato 3 technical sponsor. Tipicamente sono sponsor tecnici quindi sono rappresentati dai fornitori di materiale e servizi legati all’attività dei team.

Ad ogni inizio di campionato ogni team dovrà dotarsi degli sponsor, principale fonte di sostentamento. Ogni sponsor richiede fondamentalmente 2 cose:

  • un team di categoria adeguato
  • un team capace di soddisfare i requsiti di classificazione richiesti.

Esistono quindi sponsor che si legano solo a team di una certa categoria in poi (es. non meno di value team), inoltre ogni team esprime le proprie esigenze di classificazione tramite un coefficiente sintetico chiamato ISP che ingloba la prestazione dei piloti del team per ogni evento. La mancata soddisfazione dell’ISP comporta un’abbassamento del grado di soffisfazione del team, tanto più forte quanto più esigente è lo sponsor e l’esigenza di uno sponsor cresce al crescere del premio elargito. La variazione del grado di soddifazione è accompagnata da una variazione del premio. Una errata scelta degli sponsor può quindi comportare nei casi peggiori anche la rottura del contratto lasciando il team in grave difficoltà economica con inevitabili consuguenze sul risultato in gara.


Campionati

Ogni campionato ha delle proprie caratteristiche come:

  • un nome
  • un logo
  • tipo di bilancio
  • classi

Al campionato vengono assegnati degli eventi

I campionati sono consultabili da Pannello Pubblico->Federazione->Campionati


Eventi

L’evento viene legato ad un campionato o uno Special Event. Ogni evento ha una data, una pista ed una lunghezza pista. All’evento vengono legate le classi ovvero si stabilisce quali classi di auto hanno accesso all’evento. Nel dopo gara all’evento vengono legati i piloti partecipanti e si sviluppano costi e premi.


Classi

Le classi sono dei contenitori di auto, ogni classe ha alcune caratterische ma fondamentalmente servono per contenere e classificare i modelli. Ogni classe trova diretta corrispondenza con le classi nello showroom del sim. Le classi e le relative auto e upgrade sono consultabili da Pannello Pubblico->Federazione->Showroom.


Modelli

I modelli sono le auto che è possibile acquistare/noleggiare in Geco,sono classificate in classi ed hanno le loro caratteristiche tra le quali:

  • costo acquisto
  • costo noleggio
  • costo iscrizione gara
  • costo riparazione carrozzeria e meccanica
  • costo gestione (a km)

Ogni modello può essere sia solo noleggiabile che noleggiabile e acquistabile. Nei campionati con budget ristretto tipicamente le auto sono solo noleggiabili. Ogni auto trova corrispondenza nello shooroom del sim.


Upgrade

Gli upgrade sono aggiornamenti prestazionali del modello. Ogni auto è dotata di un upgrade di default ovvero l’allestimento base ma se disponibili è possibile acquistare ulteriori upgrade per aumentare le prestazioni dell’auto. La politica di acquisto degli upgrade è descritta in seguito. Ogni upgrade trova corrispondenza nella lista delle auto nello showroom del sim.


Costi e premi

Sotto Pannello Pubblico->Federazione->Premi e costi classe sono censiti premi e costi organizzati per classe. E’ possibile consultare:

  • Premi piloti indipendenti
  • Premi finali team
  • Costi staff team
  • Numero auto iscrivibili.

Questo raggruppamento apparentemente eterogeneo sono in verità valori e caratteristiche strettamente legate alla classe. I dettagli di ogni dato verrà descritto in seguito.



OPERATIVITA'


Censimento e accesso

Per essere censiti in Geco è necessario comunicare:

  • Nome
  • Cognome
  • Nick del portale
  • Nick del forum (se fatto per interposta persona)
  • Eventuale nick del rank (se già censito)

Ogni pilota riceve una tantum 750.000 crediti.

Geco condivide la login del portale, è necessario quindi essere connessi a quest’ultimo prima di accedere a Geco. Se non si è connessi si accederà a Geco come guest. La richiesta va fatta al seguente topic



Interfaccia

L’interfaccia di Geco è composta da 3 sezioni: In alto la barra informativa, a sx in verticale il menù e la restante parte a dx la sezione operativa.


Barra informativa

Contiene il logo (con collegamento alla home), il logo del campionato sul quale si ha il focus, 2 panelli informativi dinamici di cui uno multifunzione ed i tasti per i collegamenti agli altri tool di GTItalia. Cliccando sul logo del campionato si accede ad una sintesi dei dati del campionato per maggiori informazioni vedere l’apposito paragrafo. Il pannello multifunzione al centro resituisce diverse informazioni a seconda se si accede come pilota (ingaggiato o non) che come team manager. Il primo panello mostra sempre l’account con il quale si è connessi e la pagina corrente mentre il secondo pannello mostra nel caso di piloti il proprio rank e nel caso di Team Manager mostra il rank, la categoria team ed il rating. Il panello economico a dx, sopra i pulsanti, contiene a sx la propria situazione di cassa, al centro il bilancio del campionato (solo nel caso di campionati con obiettivi di bilancio) e a sx, solo nel caso di team manager, i propri finanziamenti..


Menù

Il menù è separata in 2 sezioni:

  • Pannello Privato con l’accesso alla gestione delle proprie auto, movimenti e tutto ciò che opera sui propri beni.
  • Panello Pubblico con l’accesso ai dati pubblici ovvero tutte le azioni svolte dagli altri piloti/team, la consultazione degli stessi piloti o team, aste e federazione.


Sezione operativa

La sezione operativa è la parte dinamica dove a seconda della pagine vengono visualizzate tutte le informazioni e dove l’utente opera. La parte alta della sezione è occupata dalle “Ultime Operazioni” ovvero l’elenco cronologico di tutte le azioni di tutti i piloti consultabili da tutti nel rispetto della trasparenza, tale sezione è collassabile per dare maggior spazio alla sezione sottostante.

Gestione di un campionato

In questo capitolo verranno spiegati tutti i passi necessari per la normale gestione di un campionato dalle scelte iniziali, alla gestione durante il campionato alla fase conclusiva, ci saranno 3 sezioni a seconda del profilo.


Scelta del campionato

Chiunque acceda a geco, in qualsiasi veste, e voglia operare su un campionato deve prima di tutto assicurarsi di aver selezionato il campionato corretto. Nella barra di intestazione c’è il logo del campionato selezionato, se non è quello desiderato occorre quindi cambiarlo tramite la scelta del campionato nel menù federazione. Qui verranno mostrati tutti i campionati di Geco, passati, presenti e futuri, selezionare il campionato per mostrarne i dati e premere il pulsante sottostante “Gestisci campionato”. Nella barra in alto verrà mostrato il logo del campionato.


Stati Campionati

Ogni campionato attraversa varie fasi ognuna contraddistinta da uno stato:

  1. Preparazione
  2. In attivazione
  3. In corso
  4. Sospeso
  5. Terminato

Di default la pagina dei campionati presenta i campionati in corso ma tramite una piccola combo-box è possibile selezionare i campionati in qualsiasi altro stato. Se il nostro campionato ad esempio è in preparazione basterà selezionare i campionati in questo stato e poi accedere a quello desiderato. Ogni stato distingue la possibilità di fare o meno delle operazioni. I campionati in preparazione sono quelli in cui lo staff sta preparando i dati necessari, inserimento classi/auto, si stabiliscono costi e premi ecc. In questa fase tutto è consultabile ma l’operatività è bloccata. Successivamente opzionalmente il campionato può transitare nello stato In attivazione unicamente per permettere ai piloti e team di partecipare alle aste di vendita dei diritti di iscrizione (vedere i dettagli nell’apposito paragrafo). Quando il campionato transita nello statto in corso si entra nel vivo e da qui fino a fine campionato l’operatività è aperta e sono possibili ingaggi, acquisti, contratti con sponsor ecc. Se c’è necessità il campionato può essere sospeso ed in questo fase tutto resta bloccato. Tipicamente un campionato si sospende per problemi tecnici o per causa forza maggiore, in alternativa a fine campionato si transita nello stato terminato e da questo momento i dati sono solo consultabili.


Dati di sintesi del campionato

Una volta selezionato un campionato è possibile avere una sintesi dei dati del campionato come:

  • Data inizio e fine coincidenti con la data del primo ed ultimo evento;
  • Obiettivo budget, ovvero se esiste o meno la necessità di avere la terminare con la parità di bilancio;
  • Classi, ovvero l’elenco delle classi coinvolte nel campionato;
  • Numero eventi che è il totale degli eventi. In questo caso si intende evento ogni singola gara quindi 2 gare sprint sono in realtà 2 distinti eventi.
  • Piloti e team iscritti
  • Il calendario con una serie di dati utili tra cui le classi abilitate ad ogni evento.


Pilota indipendente

Come ipotesi verrà analizzato un campionato con la possibilità del solo noleggio delle auto (non acquisto). Come pilota indipendente la gestione del campionato a livello economico fa leva su 2 elementi:

  • Premi gara;
  • Costi auto (comprendenti noleggio, iscrizione gara e riparazione danni).

I premi gara. In questa sezione sono consultabili tutti i premi, compresi quelli dei piloti indipendenti, di tutte le classi o del solo campionato in oggetto. Selezionare la classe di interesse e consultare i premi nella tabella “PREMI PILOTI INDIPENDENTI”. I premi dei piloti indipendenti vengono assegnati dopo ogni evento per ogni gara. Ogni gara sprint anche se nella stessa serata sono considerate 2 gare distinte. I premi vengono assegnati in base alla posizione raggiunta ed in caso di pole position viene assegnato un premio extra. I premi rappresetano l’unica fonte di guadagno di un pilota indipendente.

In geco le auto sono raggruppate così come sono poi rappresentate nel sim. Se un campionato prevede per esempio 2 classi, queste classi sono riprodotte sia nel gioco che in geco.


Iscrizione auto

Con la release 2 prima di utilizzare un auto è necessario iscrivere l’auto che si userà per l’intero campionato. Il pilota indipendente può iscrivere e quindi utilizzare solo 1 auto per ogni classe di campionato, se quindi un campionato è articolato su 2 classi il pilota può iscrivere 1 auto per ognuna delle 2 classi. Partecipare poi ad una o l’altra classe non sarà regolamentato da Geco ma sarà al massimo un vincolo regolamentare del singolo campionato. L’auto da iscrivere va scelta valutando oltre il gusto personale anche i costi di acquisto o noleggio (non sempre è possibile acquistare l’auto mentre il noleggio è sempre possibile tranne il caso dei modelli speciali descritti in seguito), i costi di iscrizione gara, gestione e riparazione. All’auto più prestazionale corrispondono mediamente sempre costi maggiori ma spetta poi al pilota l’ultima parola su quale auto corrisponde più alla sua esigenza, spesso un auto migliore mal si adatta allo stile di guida di un pilota ed è meglio quindi non rischiare di legarsi ad un auto che poi non si riesce a concludere nelle posizioni che merita. Il costo di gestione di ogni gara deve essere compensato dal premio gara a cui si ambisce, le auto migliori per essere pienamente pagate devono terminare la gara nelle migliori posizioni pena l’avere un bilancio gara negativo che peserà poi sul bilancioo dell’intero campionato, a tal proposito si ricorda che terminare un bilancio in negativo comporterà una decurtazione di punti rendendo vano lo sforzo.

La scelta sarà lasciata al pilota ma il compromesso è d’obbligo.

Iscrivere l’auto ha un costo e da quel momento è l’unica auto utilizzabile in quella classe.

L’auto si iscrive dal pannello Pannello Privato->Parco auto->Iscrizione auto

N.B. Dalla release 2.1 in caso di mancanza di iscrizione Geco provvederà in automatico ad iscrivere l’auto usata. Rimane in ogni caso invariato il limite di iscrivere più di un auto per ogni classe di campionato


Asta del diritto di noleggio

Alcuni campionati possono prevedere la vendita all’asta dei diritti di iscrizione di alcuni modelli. In tal caso la federazione programmerà delle aste e deciderà chi potrà parteciparvi, nei casi in cui saranno inclusi anche i piloti indipendenti si potrà partecipare all’asta. In caso di vittoria il pilota conquisterà il diritto esclusivo di iscrizione di quel modello, questo significa che nessun altro potrà iscrivere e quindi presentarsi in gara con quel modello. Nel caso invece in cui l’asta verrà vinta da qualcun altro, il pilota non potrà iscrivere il modello e quindi non potrà usarlo.


Noleggio auto

Innanzitutto non bisogna confondedere l’iscrizione di un auto per un campionato al suo noleggo. L’iscrizione dichiara solo alla federazione con quale auto si intende partecipare e non entra nel merito della natura dell’auto, se è di proprietà o se è noleggiata. Il noleggio dell’auto invece non richiede un azione sull’interfaccia di Geco, il pilota una volta consultati i costi e stabilito se l’auto è noleggiabile (c’è lo stato che lo indica) gli basterà presentarsi in gara con l’auto scelta poiché i costi di noleggio gli verranno assegnati nel dopo gara in automatico. Il sistema infatti è capace di riconoscere se il pilota ha o meno quell’auto di proprietà e di assegnare l’eventuale noleggio se non la si possiede. Un auto a noleggio non può utilizzare nessun upgrade eventualmente disponibili, il noleggio avviene solo in configurazione standard pena la squalifica dalla gara


Premi gara

I premi gara devono essere consultati insieme alla lista auto per valutare quale auto ha costi potenzialmente supportabili dalle posizioni a cui si ambisce. I premi verranno poi assegnati a fine gara dagli admin insieme ai costi. I premi sono assegnati in relazione ai piazzamenti di classe e non assoluti, questo significa che arrivare 10° nella classifica assoluta ma 1° in quella della propria classe da diritto al premio della 1° posizione della propria classe, stesso discorso per la pole.


Conclusioni

Quelle descritte sono le operazioni normali che un pilota indipendente dovrà fare nel caso dei più comuni campionati.

Pilota ingaggiato

Un pilota risulta ingaggiato quando ha ricevuto ed accettato una proposta di ingaggio da un team.


Proposta di ingaggio

Quando un pilota indipendente riceve un’offerta di ingaggio da un team ha 24 ore di tempo per decidere se accettarla o meno, dopo tale termine la proposta decade il team resta libero da vincoli contrattuali. Nella proposta sono contenuti gli estremi del contratto ovvero il compenso che il team riconoscerà al pilota in base ad alcuni obiettivi come il completamento di almeno il 50% della gara, il completamento (anche se doppiato) della gara, la pole position, top3, top5 o top10. Una volta che il pilota accetta correrà da quel momento per tutto il campionato con quel team usando le auto del team e percependo i premi di ingaggio dal team. Può accadere che il pilota precedentemente all’ingaggio può aver corso alcuni eventi del campionato da indipendente ma questo non comporta complicazioni poiché i risultati ed i premi vinti da indipendente restano inalterati, l’auto iscritta continua ad esserlo anche se da un certo momento in poi userà le auto del team.


Assegnazione auto al pilota

Il team manager iscriverà un auto nuova e prima di ogni gara assegnerà un auto al pilota. Una volta assegnata l’auto ai piloti, il team manager invierà la comunicazione ai propri piloti mettendoli così al corrente di quale auto dovranno usare per l’evento.

Nel dopo gara tutti i corsi dell’auto, riparazioni comprese andranno imputate al team e quest’ultimo pagherà il pilota in base ai risultati. L’associazione auto pilota è consultabile dal panello Pannello Privato->Parco auto->Assegnazione auto


Auto a disposizione del team

Dalla release 2.1 viene introdotta una nuova possibilità. Il pilota ingaggiato può mettere a disposizione del team una propria auto (a noleggio o di proprietà) e farla gestire dal team per la durata del campionato. Una volta ingaggiato il pilota tramite la funzione Pannello Privato->Gestione auto->Disposizione Auto al team è possibile scegliere un qualsiasi modello da mettere a disposizione del proprio team. Una volta messo a disposizione il modello potrà poi essere iscritto dal team e rientrerà così nella disposizione del team il quale potrà assegnarlo (volendo) a qualsiasi pilota. Il team si accollerà ogni spesa, dall’iscrizione al campionato, ai singoli eventi, alla riparazione. Se il pilota noleggia l’auto il team corrisponderà a quest’ultimo una % del costo del noleggio da te sostenuto (inizialmente configurato al 70%) .


Fine ingaggio

Terminato il campionato il pilota resta libero da ingaggio e tornerà ad essere un pilota indipendente e potrà quindi essere ingaggiato in un campionato successivo anche da un altro team. Durante il campionato sia il pilota che il team possono recedere dal contratto, chi compie l’azione paga una penale. Un pilota che ha interrotto il contratto con un team è contrattabile da un altro team.

Team manager

Le operazioni in qualità di team manager sono maggiori e più complesse. Si va dalla creazione del team al suo upgrade o downgrade della classe, alla gestione del team stesso. In questo paragrafo verranno descritte solo le operazioni di routine che un team manager dovrà compiere nella gestione di un team mentre i dettagli delle singole componenti e operazioni verranno rimandate ai capitoli successivi. Si assume che il team manager sia già proprietario di un team, in caso contrario consultare il paragrafo relativo alla creazione del team.


Scelta classe team

Prima dell’inizio di un campionato una delle scelte più importanti che un TM deve affrontare è quella della classe del proprio team. La scelta della classe dovrà essere proporzionale agli obiettivi che il team si prefigge di raggiungere. Al crescere della classe cresce la disponbilità di sponsorizzazione ma aumentano anche i costi. L’insieme di queste 2 fattori rendono in assoluto più rischiosa la tenuta dei conti per i team che non riescono a soddisfare le esigenze dei relativi sponsor. Per puntare al vertice della classifica è però necessario avere buone ma costose auto e solo grazie a munifici sponsor si riescono a pagare, tali sponsor però si legheranno solo a team di classe elevata. Inoltre è necessario ingaggiare piloti all’altezza della situazione poiché tali sponsor risulteranno più suscettibili al mancamento degli obiettivi richiesti, tali piloli avranno però costi di ingaggio maggiori. Un buon punto di partenza per decidere la classe del team è la valutazione dei piloti che si vogliono ingaggiare, un team composto da 2/3 piloti di alto rango può valutare di spostarsi in classe top a patto di essere costanti e concreti, in questo modo si può puntare alla vetta della classifica.

Un team più numeroso e con piloti meno abili o eterogenei difficilmente riuscirà a far quadrare i conti in classe top ma potrà optare per la classe pro con buone probabilità di successo. La classe value segue lo stesso principio ma avendo ancora minori costi si presta bene per i team che non vogliono puntare alla vetta della classifica e vogliono meno rischi di gestione. In utlimo la classe rookie è perfetta per quei team senza particolari ambizioni ma proprio per questo avranno rischi molto bassi. La variazione della classe team va richiesta alla federazione prima dell’inizio del campionato ed in ogni caso prima di qualsiasi ingaggio o contratto con sponsor.


Ingaggio pilota

In Geco non esiste una associazione permanente tra pilota e team ma, prendendo spunto dalla realtà, il pilota viene ingaggiato dal team per correre in un campionato finito il quale sia il pilota che il team restano liberi da vincoli. L’ingaggio è quindi un contratto tra pilota e team con ognuno un obbligo, il primo si impegna a partecipare agli eventi del campionato sottostando alle indicazioni del tm, compresa l’assegnazione dell’auto mentre il team fornisce l’auto, sostiene tutti i costi di gara e corrisponde al pilota i premi di ingaggio in relazione al risultato ottenuto.

Per ingaggiare un pilota basta andare nella lista piloti dove è possibile consultare i piloti visualizzandone i costi di ingaggio. Una volta clickato sul pilota interessato nelle info generali in basso appare il pulsante per inviargli una proposta di ingaggio. Una volta inviata la proposta il pilota ha 24 ore di tempo per accettarla o rifiutarla. Superato il tempo la proposta decade ed il team è libero da vincoli. Una volta accettata la proposta il team può in qualsiasi momento recedere dal contratto pagando una penale. Dopo che il pilota ha accetato la proposta di ingaggio rientra nell’organico del team e sarà quindi possibile procedere all’iscrizione di una nuova auto.

E’ possibile ottenere una lista dei piloti ingaggiati negli ultimi 2 campionati da Pannello Privato->Team->Gestione ingaggi e scegliere dalla tendina in alto “Ingaggi Ultimi Campionati”. Ogni pilota può essere velocemente ingaggiato e gestire poi lo stato della proposta ingaggio nella propria gestione di proposte ingaggio. Questa opportunità rende sicuramente più veloce ed immediato l’ingaggio dei piloti nel caso siano sempre gli stessi.


Iscrizione auto

Il team può iscrivere per ogni classe del campionato tante auto quanti sono i piloti ingaggiati. Se per esempio un team ingaggia 3 piloti, il team può iscrivere un massimo di 3 auto per ogni singola classe del campionato, questo permette al team di sfruttare il pilota in ogni classe senza doverlo dedicedere in partenza. A seconda del campionato possono però esserci dei limiti di iscrizione sul numero distinto di modelli. Il limite può essere imposto a livello di classe di auto oppure a livello di classe team. Nel primo caso ogni team per una determinata classe non potrà iscrivere più di N modelli distinti, se per esempio il limite è di 1, il team potrà iscrivere tante auto quanti sono i piloti ma tutti dello stesso tipo. Se non è invece fissato il limite per classe potrebbe esistere un limite a seconda della classe team. Generalmente i top team hanno limiti è restrittivi mentre le classi minori hanno via via limiti meno severi permettendo l’iscrizione di diversi modelli.

Una volta iscritta l’auto per default viene definito che quel modello andrà noleggiato ma il tm se possiede quel modello può indicare il modello specifico posseduto, in questo modo il pilota utilizzerà quell’auto di proprietà e non effettuerà un noleggio. Le auto si iscrivono dal pannello Pannello Privato->Parco auto->Iscrizione auto


Auto a disposizione del team

Dalla release 2.1 viene introdotta una nuova possibilità. Il pilota ingaggiato può mettere a disposizione del team una propria auto (a noleggio o di proprietà) e farla gestire dal team per la durata del campionato. Le auto messe a disposizione sono visibili tra la lista delle auto iscrivibili. Il team può decidere di far coincidere un modello iscritto con quella messa a disposizione del team e di assegnare poi l’auto ad un qualsiasi pilota. In questo modo resteranno a carico del team ogni spesa dall’iscrizione champ e gare alla riparazione danni. Se il pilota ha messo a disposizione un’auto a noleggio il team corrisponderà al pilota una % del costo sostenuto dal pilota (inizialmente configurato al 70%). In questo modo a parità di auto usata il team risparmierà il 30% sul costo del noleggio.



Asta del diritto di noleggio

Come già descritto nel caso di pilota indipendente, alcuni campionati possono prevedere la vendita all’asta dei diritti di iscrizione di alcuni modelli. In tal caso la federazione programmerà delle aste e deciderà chi potrà parteciparvi, nei casi in cui saranno inclusi anche i team della propria classe si potrà partecipare all’asta. In caso di vittoria il team conquisterà il diritto esclusivo di iscrizione di quel modello, questo significa che nessun altro potrà iscrivere e quindi presentarsi in gara con quel modello. Nel caso invece in cui l’asta verrà vinta da qualcun altro, il team non potrà iscrivere il modello e quindi non potrà usarlo.


Assegnazione auto ai piloti

In ogni momento e comunque prima della gara, il tm dovrà assegnare le auto iscritte ai suoi piloti. L’assegnazione consiste nel definire quale auto deve usare ogni pilota per le gare del campionato. L’associazione va fatta per ogni gara per cui è possibile cambiare l’associazione auto/pilota per ogni evento a seconda delle necessità.

Attenzione: l’associazione auto/piloti risulta necessario per far si che durante il caricamento dei risultati tutti i costi vengano conteggiati nel modo corretto. In mancanza dell’associazione o peggio ancora, in caso di associazione discordante rispetto al reale uso delle auto, comporta discrepanze dei costi fino ad arrivare alla squalifica del pilota nel caso non si riesca in modo automatico a stabilire l’iscrizione dell’auto. L’associazione auto pilota si esegue dal panello Pannello Privato->Parco auto->Assegnazione auto


Ricerca degli sponsor

Gli sponsor rappresentano per i team la maggior entrata economica, risulta quindi di fondamentale importanza prestare attenzione a questa operazione.

  • Main Sponsor

Lo sponsor più importante è il main sponsor ma è anche quello che in caso di fallimento degli obiettivi riduce il premio fino ad arrivare alla recessione del contratto. In questa ipotesi il team si troverebbe in gravi difficoltà economiche venendo a mancare il più importante sponsor e costringendo il team o a ridurre i suoi piloti o a erodere il suo capitale per coprire le spese. Per questa ragione la ricerca del main sponsor deve tenere in considerazioni quelli che sono le ambizioni e gli obiettivi sostenibili dal team. Ogni main sponsor a seconda dell’importanza, si legherà solo a team che siano almeno di una certa classe. Al crescere della classe richiesta dallo sponsor crescono i premi. I premi crescono anche in base agli obiettivi richiesti. Per ogni main sponsor infatti è indicato un coefficiente chiamato ISP (Indicatore Sintetico Prestazione) che rappresenta la prestazione del team, quindi dei suoi piloti, per un evento. Lo sponsor richiede che l’ISP per ogni evento rientri nel range indicato, se sarà peggiore (ISP più alto) lo sponsor vi darà un giudizio negativo, diminuirà il suo grado di soddisfazione ed abbasserà proporzionalmente il premio. Se sarà migliore (ISP più basso) lo sponsor di congratulerà con voi, la soddisfazione aumenta così come il premio. N.B. la soddisfazione non può superare il 100% per cui se già siete al massimo non potrà andare oltre e con esso il premio. Ogni sponsor indica inoltre il minimo grado di soddisfazione, se si scende sotto lo sponsor recederà dal contratto. I main sponsor pagano il team attraverso 4 distinte voci:

    • Premio gara: viene pagato ad ogni gara per ogni pilota presente indipendentemente dal risultato. Questa è la quota che può variare in base al grado di soddisfazione.
    • Premio Podio: viene pagato se il pilota conclude nelle prime 3 posizioni.
    • Premio Pole: viene pagato se il pilota conquista la pole position.
    • Premio Vittoria: viene pagato se il pilota termina in prima posizione.


Supporter Sponsor I supporter sponsor a differenza dei main sponsor una volta stabilito il premio da elargire per ogni gara non varia. Non hanno infatti un feedback sulle prestazioni del team. Questi sponsor si classificano in base al minimo rank richiesto ed al minimo team con cui vogliono legarsi. I team con un rank più alto troveranno quindi vantaggio sia perché avranno maggiore scelta e sia perché lo sponsor pagherà maggiormente questi team. Il rank alto in questo caso è garanzia di maggiori premi. Ogni team può avere un massimo di 2 supporter sponsor.

Technical Sponsor Si comportano come i supporter sponsor con 2 sole differenze:

    • Ogni sponsor può legarsi a più team
    • Ogni team può avere un massimo di 3 technical sponsor.

Simulazione finanziaria

Trovare il corretto equilibrio finanziario tra costi di ingaggio, sponsor, costi auto, costi staff non è compito facile, una previsione ottimistica può far trovare il tm in grave difficoltà finanziaria mentre una pessimistica può non far sfruttare al massimo i mezzi a sua disposizione. Per tale motivo il tm ha a disposizione un tool di simulazione finanziaria, uno strumento capace cioè di offrire una stima sulla sostenibilità dei costi in base alle scelte che si faranno. Per accedere al tool basta andare in Pannello Privato->Contabilita->Simulazione finanziaria Una volta scelta la classe del campionato viene presentato un piccolo menù da dove è possibile creare un nuovo preventivo o gestirne e attivarne dei precedenti (se esistenti).

Creazione preventivo La creazione avviene premendo il pulsante e decidendo un nome, da questo momento il preventivo è pronto per essere gestito.

Attivazione preventivo Attivare un preventivo da la possibilità di arrichirlo con i dati, piloti, sponsor ecc. Ogni nuovo preventivo appena creato viene attivato automaticamente.

Una volta creato ed attivato un preventivo basta recarsi nella lista piloti e scegliere i piloti che si voglioni ingaggiare, in fondo troverete il pulsante per aggiungere quel pilota nel preventivo che avete attivato. Analogo discorso per tutti gli sponsor.

Dopo aver scelto piloti e sponsor basta recarsi nuovamente nel tool di simulazione e gestire il preventivo dove è necessario inserire i dati richiesti ovvero:

  • la posizione finale prevista dal team (per il calcolo del premio finale) e per ogni pilota:
  • la posizione media stimata
  • il numero di podi
  • il numero di top5
  • il numero di top10
  • il numero di pole
  • il numerodi vittorie
  • l’auto con la quale correrà e se l’auto è di proprietà o a noleggio

Una volta completato basta premere il pulsante per il calcolo ed in basso appare il risultato del preventivo dove viene presentato in base ai dati inseriti il totale delle spese divisi per voci, il totale delle entrate divise per voci, il bilancio. Viene inoltre stimato se i risultati pronosticati saranno sufficienti a garantire la soddisfazione del main sponsor. ATTENZIONE: il tool da una stima ed in quanto tale deve essere usato come strumento di supporto ma la decisione finale resta nelle mani del tm. Avere però una stima anche se approssimativa risulterà utile per indirizzare il tm verso le scelte corrette.

Special Event


In geco sono gestiti e censiti anche gli Special Event. Questi eventi non legati a nessun campionato sono gestiti con geco in maniera molto più simile alla precedente release di Geco non essendo coinvolti i team con tutte le dinamiche connesse. In buona sostanza gli special event vedono la partecipazione dei piloti indipendenti e le auto sono solo a noleggio. Per premiare economicamente i piloti negli SE non verrà addebitato ne il costo di iscrizione gara e ne il costo di gestione. Restano invece i costi delle riparazioni in caso di danni.

Consultazione

Gli special Event vengono raccolti secondo l’anno in cui si sono disputati. Per consultare i risultati di uno SE basta andare in Pannello Pubblico->Federazione->Special Event, da qui verrà chiesto di indicare l’anno di riferimento e dare conferma. Al ricaricamenti pagina verranno nascoste tutte le voci di menù non utilizzabili e nella lista eventi ci saranno tutti gli Special Event dell’anno scelto.

FUNZIONALITA



In questo capitolo verranno dettagliate meglio le numerose funzionalità di Geco 2 sia quelle dedicate ai piloti che ai team.


TEAM

Creazione di un team

La richiesta di creazione di un team va inoltrata allo staff al seguente link (richiesta team), indicando il tm (se diverso dal richiedente), l’anno di fondazione del team (opzionale) e la classe del team (obbligatorio), ed un logo nel formato 200*80 (l*h). La creazione è subordinata alla disponibilità economica del fondatore.

Vita di un team

La creazione di un team non è finalizzato al singolo campionato. Il team è un soggetto economico che al pari di un pilota gestisce le proprie finanze tra un campionato e l’altro.

Tipologie team

Il team può essere di 4 diversi tipi a secondo del rango. Il top team ha maggiori costi e rischi ma maggiori opportunità viceversa il rookie team ha minori costi e rischi ma minori opportunità. Costi e carattestiche di ogni tipo di team possono essere consultati anche prima di fondare un team alla pagina Pannello Pubblico->Federazione->Classi team.

Costo fondazione

La fondazione di un team costa in proporzione alla classe scelta. Metà dell’importo viene speso in strutture e spese varie, la restante metà arriva nelle casse del team.

Dati aggiuntivi

Il TM può nominare un suo vice al quale andranno pari poteri. Tale opportunità può risultare particolarmente utile in caso di assenza del titolare. E’ inoltre possibile indicare l’url del sito web del team. Entrambe le informazioni sono inseribili sotto Pannello Privato->Team->Gestione team

Accesso come TM

Sia il TM che il vice TM possono accedere alla gestione del team aprendo Geco ma a differenza degli altri piloti gli verrà chiesto come accedere. Una volta collegati è sempre possibile cambiare modalità di accesso da Pannello Pubblico->Servizio->Disconnetti.

Upgrade e downgrade classe team

Il team può cambiare classe tra un campionato ed il successivo (non durante la partecipazione ad un campionato) sostenendo le spese di upgrade o downgrade. In caso di upgrade il costo è rappresentato dalla differenza del capitale da versare. Come nel caso della fondazione solo metà arriva nelle casse del team. In caso di downgrade nelle casse del pilota arriva la differenza tra i costi di fondazione sottratto un costo di declassamento.

Rank

Il team come i piloti conquistano un rank che è strettamente legato ai risultati gara. Il rank si alimenta di gara in gara, in positivo o in negativo. Se il team in un evento rispetta rientra negli obiettivi richiesti il rank resta immutato, se i risultati sono migliori il rank aumenta, viceversa diminuisce. Il rank è fondamentale per ottenere le migliori condizioni contrattuali con i supporter e technical sponsor.

Gestione Sponsor

Nel pannello di gestione sponsor è possibile consultare lo stato degli sponsor ed i premi ricevuti in tutti gli eventi del campionato. E’ possibile inoltre ‘bloccare’ il pacchetto sponsor, in tal modo nei campionati successivi gli sponsor bloccati potranno essere usati dallo stesso team senza rischio che altri team li prendano. Questo risulterà particolarmente utile quando le livree delle auto devono rispettare gli sponsor evitando di cambiare skin dopo ogni campionato con la stessa auto di proprietà.

Contabilità campionato

Per poter consultare la contabilità dell’intero campionato, separato per classi o per eventi, è disponibile l’omonimo pannello dove verranno offerte tutte le voce di spesa e guadagno di ogni evento e pilota partecipante.

Finanziamenti

I team hanno la possibilità di accedere a finanziamenti tramite applicazione di un tasso di interessi. L’importo finanziabile è a scelta del richiedente ma entro un limite dipendente dal rating. Il tasso di interesse applicato è dipendente sia dal rating che dalla durata del finanziamento. Inserendo l’importo e la durata si ottiene una simulazione del piano di ammortamento con il dettaglio dei costi, da qui si può poi accendere il finanziamento o annullare.

Rating

Il rating di un team rappresenta il grado di solvibilità ed è espresso con una scala simile a quella di Moody’s. Per semplicità di calcolo la scala si basa sul rapporto tra patrimonio e debiti. Più alto sarà il rapporto e migliore sarà il rating. Il rating ha influenza sullo spread aggiuntivo (il tasso di interessi è più alto quanto peggiore sarà il rating) e l’importo erogabile dal singolo finanziamento. La tabella seguente mostra come varia il rating, in base a che rapporto patrimonio/debiti si calcola e come variano di conseguenza lo spread aggiuntivo e l’importo erogabile. N.B. Lo spread aggiuntivo va sempre sommato al tasso base che è imposto a 10%.

Rating Patrimonio/debiti Spread add. Limite importo
AAA 2,5-> 0,00 250.000
AA 2.0->2.5 1,50 220.000
A 1.75->2.0 2,50 190.000
BBB 1.5->1.75 3,80 160.000
BB 1.25->1.50 5,00 120.000
B 1.0->1.25 7,00 80.000
C 0.75->1.0 10,00 50.000
D ->0.75 -- 0

Spese istruttoria

Ogni finanziamento ha poi delle spese istruttoria che si applicano una tantum e verranno pagate sulla prima rata. Le spese sono lo 0.5 dell’importo con un minimo di 500 Cr.

Skill piloti

Lo skill è alimentato attualmente dal rank di GTItalia. Tramite alcune formule vengono estratti, sulla base degli ultimi 10 risultati, i livelli di:

  • Affidabilità: ovvero la capacità di terminare le gare
  • Esperienza: basato sul numero di eventi disputati su gtitalia (quindi non ristretto agli ultimi 10 eventi).
  • Velocità: basato sulle pole position ottenute
  • Prestazione: basato sui piazzamenti ottenuti

Questi 4 parametri hanno pesi diversi e la somma produce lo skill Lo skill piloti dalla Release 2.0 è la base per il calcolo dei costi di ingaggio di ogni pilota. Più è alto lo skill e più saranno alti i costi di ingaggio. I piloti che non hanno sufficienti dati per determinare uno skill riceveranno uno skill presunto di 80 ed i costi di ingaggio saranno legati a questo valore.

ALTRE FUNZIONALITA’

Showroom

Le auto sono consultabili nello showroom e sono suddivise in classi che rispettano la classificazione reale del sim/mod. Ogni auto ha uno stato che descrive se è vendibile o meno, se è ritirata dal mercato, se è vendibile e anche noleggiabile. Ogni auto viene presentato con tutte le caratteristiche tecniche ed economiche in particolare tra le caratteristiche economica conviene sottolineare le seguenti:

  • Tassi di svalutazione: se l’auto viene acquistata, i tassi di svalutazione descrivono di quanto l’auto si deprezza sia successivamente al solo acquisto e sia dopo ogni gara disputata.

Valore residuo: Il valore residuo è una stima ottenuta in base al tool integrato nello showroom. Inserendo il numero di gare che si intende disputare con l’auto da acquistare si ottiene la stima di quanto varrà l’auto in base ai tassi di svalutazione prima descritti. E’ importante dire che il valore residuo è solo una stima in quanto in fase di vendita è possibile partire da una base d’asta diversa.

  • Iscrizione gara: E’ il costo che si paga alla federazione per l’iscrizione dell’auto alla singola gara. Non va confuso con l’iscrizione dell’auto al campionato.
  • Riparazione meccanica e carrozzeria: Sono i costi per unità di danno per la riparazione dei danni meccanici e di carrozzeria. I danno sono calcolati in base a dei coefficienti ricavati da ogni contatto dell’auto contro ogni auto o oggetto della pista. I contatti più lievi provocano solo danni di carrozzeria mentre i più violenti anche danni meccanici. L’insiemedi questi danni formano quindi 2 coefficienti che vanno poi moltiplicati con il costo unitario di riparazione. I danni sono calcolati per la sola sessione ufficiale di gara.
  • Costo gestione: E’ il costo unitario per ogni km percorso nella sola sessione ufficiale di gara. Il costo di gestione ingloba tutti i costi vivi per far marciare un auto, carburante, pneumatici ed altre spese strettamente legate al chilometraggio.

Per le auto a noleggio il costo di gestione è quello indicato nello showroom mentre all’atto dell’acquisto dell’auto il costo può discostarsi leggermente da questo costo ed in pratica a parità di modello ogni auto ha un costo leggermente diverso dagli altri così come è diversa la curva di crescita del costo legato all’anzianità del modello. Il costo infatti dopo ogni gara aumenta secondo un algoritmo fino a stabilizzarsi sul suo massimo intorno tra i 15000 e 30000 km totali. Il differente costo di gestione di ogni modello potrebbe avere impatti sulla valutazione del costo dell’usato fatto da ogni pilota al momento della vendita.

Noleggi

E’ possibile consultare sia per se che per gli altri piloti la lista dei noleggi che sono stati effettuati, per il campionato selezionato ed in generale per ogni campionato. Ottenuta la lista è poi possibile consultarei dettagli dei singoli eventi.

Eventi

Consente di ottenere il dettaglio di tutti gli eventi a cui il pilota ha preso parte con la possibilità di ottenere ogni tipo di dettaglio.

Movimenti

E’ possibile ottenere ogni movimento contabile sia propri che di altri piloti/team. La lista è personalizzabile tramite numerosi filtri.

Notifiche

Dal menù Pannello Privato->Opzioni->Notifiche è possibile specificare per quali eventi si vuole ricevere in automatico da Geco una notifica via email. L’indirizzo email utilizzato sarà quella di registrazione del portale.


GESTIONE AUTO

In questo capitolo verranno descritte le operazioni che si possono eseguire sui modelli, dall’acquisto alla vendita. I passi relativi al noleggio, iscrizione al campionato e alla gara sono stati invece trattati nella descrizione dell’operatività di team e piloti.

Acquisto

L’acquisto di un modello rappresenta, laddove consentito, una valida alternativa al noleggio. L’acquisto ha maggiori costi iniziali ma sul lungo periodo consente indubbiamente di risparmiare. L’acquisto acquista senso in particolar modo con i mod come il il WCC usato per più campionati, per ammortizzare il costo infatti il modello deve essere usato un numero sufficientemente alto di volte. Un altro vantaggio dell’acquisto è rappresentato dalla possibilità di aggiornare tecnicamente tramite l’acquisto degli upgrade, le auto a noleggio infatti possono essere usate solo in configurazione standard.

Le auto si possono acquistare nuove o usate, queste ultime tramite aste aperte da altri piloti/team o tramite proposta diretta. La differenza tra un auto nuova o usata, al di la del prezzo, riguarda i costi di gestione. Ogni auto infatti ha un costo di gestione per km che cresce con l’aumentare dell’anzianità del modello (strettamente legato ai km percorsi in gara). Per tale motivo un auto usata sarà sempre più costosa da gestire rispetto al corrispettivo nuovo e questa differenza è la base della dinamica di stima del prezzo da parte di ogni pilota. L’auto può essere acquistate in linea generale solo se si sta consultando uno dei campionati che prevedono tale classe

Acquisto auto nuova

Per acquistare un auto nuova basta andare nello showroom, individuare l’auto che interessa e, se l’auto è nello stato vendibile si pul procedere all’acquisto tramite l’apposito pulsante. L’acquisto è inibito se l’acquirente non ha la disponibilità economica per portare a termine l’operazione, inoltre i piloti a differenza dei team non possono possedere più esemplari dello stesso modello. Una volta data conferma dell’acquisto l’auto sarà consultabile e gestibile dal proprio pannello privato. N.B. Il credito viene decurtato non appena si da conferma dell’acquisto e l’auto viene acquistata sempre con dotazione di default.

Acquisto auto tramite asta

Le aste indette dagli altri piloti sono consultabili nel Pannello Pubblico->Mercato->Aste auto. In questo pannello si possono consultare tutte le aste ancora in corso o terminate fatte da altri piloti. Cliccando su un asta in corso è possibile ottenere tutti i dati del modello, le caratteristiche dell’asta e i dati delle attuali offerte. Le aste possono essere di 2 tipi:

  • Asta con unica offerta in busta chiusa: dove ogni pilota avrà modo di fare una sola offerta che rimarrà segreta fino alla fine dell’asta, solo il venditore ha visibilità dell’importo di ogni offerta ricevuta. Alla fine dell’asta le buste si aprono e l’offerta più alta vince. Nel caso in cui l’offerente non può aggiudicarsi l’asta, come per mancanza di budget, il vincitore diventa la successiva miglior offerta. Al vincitore mancato viene in questo caso assegnata una penale.
  • Asta modello inglese: dove ogni pilota ha modo di eseguire offerte e rilanci con la possibilità di impostare il massimale per i rilanci automatici. In questo caso le offerte sono in chiaro per tutti e l’offerta più alta (fatte salve le stesse regole del caso precedente) si aggiudica l’auto.

In tutti i casi è possibile ritirare l’offerta pagando una penale. L’unica eccezione riguarda il ritiro dell’offerta in un asta inglese dove se l’offerente non ha in quel momento l’offerta più alta, in caso di ritiro non viene attribuita nessuna penale.

Acquisto auto tramite offerta privata

Ogni pilota può ricevere offerte di acquisto private da altri piloti. In tal caso viene proposto un modello ad un certo prezzo. Si hanno a disposizione 24 ore per accettare o rifiutare l’offerta, passato tale termine la proposta decade.


Gestione modello

Una volta acquisto il modello è visibile nel proprio parco auto sotto Pannello Privato->Gestione auto->Parco Auto.

Per ogni auto è possibile consultare tutti i dati, il costo di gestione, i punti sviluppo accumulati, gli upgrade acquistati e acquistabili. E’ inoltre possibile vendere l’auto, tramite asta, tramite offerta privata o alla federazione. Ogni auto acquistata è inoltre utilizzabile nei campionati dove tale classe è prevista, per fare ciò è necessario iscrivere l’auto al campionato e, nel caso di team, assegnare l’auto ad un proprio pilota.

Per la fase di iscrizione ed assegnazione auto vi rimando ai rispettivi paragrafi del capitolo “GESTIONE DI UN CAMPIONATO” sia del pilota indipendente (per la sola iscrizione) che del Team Manager.

Danni auto

I danni di un auto sono unicamente quelli provocati nelle sessioni di gara ufficiale. I danni vengono calcolati ed automaticamente riparati senza l’intervento dell’utente. I costi relativi sono consultabili sia nella lista movimenti e sia nel dettaglio dell’evento.

Vendita auto tramite asta

L’auto può essere venduta in linea generale solo se si sta consultando uno dei campionati che prevedono tale classe. Una volta scelta la vendita all’asta all’utente viene chiesto di decidere su 3 parametri: base d’asta. In automatico viene indicato il valore stimato ma l’utente può abbassare tale valore senza limiti e può alzarlo del 10% rispetto al valore stimato ed in ogni caso non può essere superiore all’attuale prezzo da nuovo; tipo asta, a scelta tra asta in busta chiusa o asta modello inglese. La prima tipologia è consigliata per i modelli non troppo appetibili, la seconda per i modelli più vendibili. durata asta, a scelta tra un minimo di 12 ad un massimo di 72 ore. Durante l’asta il venditore può verificare le offerte pervenute, anche nel caso di asta in busta chiusa. A fine asta l’auto è automaticamente venduta al vincitore ed il valore automaticamente accreditato. Se l’auto risultava iscritta al campionato, l’iscrizione viene convertita automaticamente in noleggio. Le proprie aste, in corso o terminate, sono visibili in Pannello Privato->Trattative private->Aste personali

Vendita auto tramite vendita diretta

E’ possibile proporre l’acquisto della propria auto ad un pilota o team tramite un contatto diretto. L’unico requisito è che il pilota a cui inviare la proposta non possegga già il modello (solo in caso di pilota e non di team) per questo motivo la lista dei piloti è già filtrata con quelli possibili. Dopo aver scelto il potenziale acquirente è possibile variare il prezzo di vendita non potendo però abbassare più del 10% rispetto al valore residuo stimato. Dopo aver inviato la proposta il pilota ricevente ha 24 ore di tempo per accettarla o rifiutarla passate le quali la proposta scade. Se l’auto risultava iscritta al campionato, l’iscrizione viene convertita automaticamente in noleggio. Le proprie proposte, in corso o terminate, sono visibili in Pannello Privato->Trattative private->Proposte auto a piloti mentre le offerte ricevute sono raggiungibili con la voce Offerte auto a piloti

Vendita auto alla federazione

Se non si riesce a vendere un modello sul mercato ogni pilota ha la possibilità di vendere l’auto alla federazione. In tal caso il prezzo è quello stimato visibile come ‘valore residuo’ nel profilo dell’auto del proprio parco auto.

Eventi

E’ possibile consultare i dettagli degli eventi dei campionati da Pannello Pubblico->Eventi->Consulta eventi La lista eventi contiene tutte le gare di un campionato e, se disputata, è possibile accedere ai dettagli di ogni singolo partecipante con tutto l’insieme di premi, multe, spese. Solo nel caso di pilota indipendente viene inoltre indicato anche il bilancio economico dell’evento.

Personal tools